Stampa questa pagina

Agricola del Sole in visita alla 7^ Edizione di Identità Golose

Agricola del Sole in visita alla 7^ Edizione di Identità Golose

30 gennaio – 1 febbraio 2011. Milano ospita la settima edizione di Identità Golose, congresso italiano di cuochi di altissimo livello che portano in scena il gusto della cucina tradizionale, rinnovata con l’apporto di... 

30 gennaio – 1 febbraio 2011. Milano ospita la settima edizione di Identità Golose, congresso italiano di cuochi di altissimo livello che portano in scena il gusto della cucina tradizionale, rinnovata con l’apporto di interessanti variazioni nei processi di preparazione.

Oltre 60, provenienti dalle più disparate località italiane e non, i cuochi che hanno mostrato il loro personale modo di intendere la cucina, concentrandosi ciascuno su ingredienti protagonisti della tradizione gastronomica internazionale come pasta, pizza, riso e risotti, dessert, miele, birra, etc…

 

All’appuntamento con gli originali percorsi del cibo non poteva mancare l’Agricola del Sole che ha incontrato il gotha dei ristoratori italiani. L’occasione è stata utile per far conoscere alcuni dei suoi prestigiosi prodotti tipici della cultura enogastronomica locale. Trasmettendo l’entusiasmo con cui sta lavorando alla valorizzazione del territorio di origine, esclusivo lembo di terra da cui provengono tutte le materie prime utilizzate per la realizzazione dei suoi prodotti, l’Agricola del Sole ha raccolto l’interesse delle personalità di spicco giunte a Identità Golose per conoscere le nuove frontiere del gusto. Il suo obiettivo di diffondere la cultura del mangiare sano e consapevole, con particolare attenzione all'innovazione, ha incontrato i favori di chef, sommelier e ristoratori impegnati, come l'Agricola del Sole, nel favorire una produzione alimentare che viva in piena armonia con la dimensione culturale e sociale del territorio di appartenenza senza per questo rinunciare alla introduzione di tocchi autentici di innovazione.

 

Copiosa l’affluenza di pubblico presso il Milano Convention Centre, dove ciascun partecipante ha potuto apprezzare l’estro creativo di ciascun cuoco, comunque rispettoso degli ingredienti e dei territori che rendono possibile l’arte culinaria in generale, ognuno impegnato nella presentazione della personale idea di cibo che sempre deve suggerire convivialità e rasserenare gli animi sin troppo stressati dai ritmi frenetici della società moderna.

 

Paolo Marchi, ideatore e curatore della consolidata manifestazione è riuscito ad esportare il suo progetto, nel 2009, anche a Londra. Dalla forza della sua idea si è generato un interessante circuito di relatori addetti del mestiere e giornalisti che, con professionalità e sincera passione per l’universo del cibo, imprimono una nuova impronta ai percorsi sani e originali del gusto. L’appuntamento di quest’anno, nel segno del Risotto per Milano e della collaborazione con Winelove, due momenti riservati agli appassionati più curiosi e competenti che intendono capire cosa si cela oltre la mera consumazione di un buon piatto e la degustazione di un buon vino, ha previsto un numero consistente di conferenze organizzate per spiegare, illustrare e raccontare più radici e prospettive identitarie. Tra una lezione e l’altra, tra un appuntamento e l’altro agli stand, si è potuto degustare anche il Piatto che celebra i 150 anni dell'Unità d'Italia cotto e servito dai Cavalieri della Cucina Italiana.